Sermig

Felicizia in strada

di Maria Chiara Faggio- La marcia di ragazze e ragazzi dell’Arsenale della Piazza

La marcia di Felicità e Amicizia dei bambini di tutti i colori di Felicizia per chiedere ai grandi di far vincere finalmente la Pace e i Sorrisi. Organizzata dal Sermig con l’aiuto e la partecipazione di APE Social Wear, Asai, AMECE, Zhi-Song, Educadora, Fondazione U.C.I., Associazione Commercianti del Balon, Cottolengo, Associazione ARQA (Associazione per la Riqualificazione del Quartiere Aurora), parrocchia Regina della Pace e parrocchia di San Gioacchino. Oggi è un sabato speciale... forse il giorno più intenso e più magico di tutto l’anno all’Arsenale della Piazza! Oggi c’è la marcia Porta Palazzo Porta Pace... Facciamo pace e portiamo pace per le strade del nostro quartiere, per quelle strade che per noi sono casa! E davvero passiamo sotto le nostre case, e tante persone si affacciano, ci salutano...

Accanto a me ci sono Clinton e McCarty, belli e a tratti un po’ persi... ma per non perdersi mai del tutto hanno trovato un metodo infallibile: ovunque vanno ci vanno per mano! Ogni tanto prendono per mano anche me, soprattutto se si abbandonano un attimo tra loro... ma appena si riavvicinano sono pronti a ripartire ancora insieme! E non importa se poi una bandiera ti colpisce in testa o se la musica è alta... l’importante è essere insieme!

Ehi, ma adesso si lanciano i palloncini... solo che il loro arancione gigante è già volato via da un pezzo... allora prendiamo tutti e tre insieme il mio palloncino rosso e insieme lo lanciamo verso il cielo con sogni, speranze, desideri! E ogni bambino dà volto allo stupore... Clinton fissa il cielo, occhi e bocca aperti, poi guarda me e mi dice: «È bellissimo».

Abou cammina spesso qui accanto, a pranzo mi ha confessato che non ama il caos ma poi insieme ci divertiamo... e tutte le volte che bisogna urlare «pace» cerco di assordarlo! All’ultimo urlo siamo lontani, ma vedo che mi cerca con lo sguardo... ci troviamo e senza urla ci regaliamo un sorriso! Altre mani a turno, per pochi o tanti passi, stringono le mie: sono io che prendo per mano voi, piccoli portatori di pace, o siete voi che state conducendo me? Il mio cuore si allarga, e si allarga talmente tanto che alcune lacrime non riescono a non scappare...

Finisce la marcia, siamo in piazza, ci cerchiamo e ci troviamo... Hiba, oggi si apre in un enorme sorriso e mi dice: «Ma è stato stupendo!!! È stato tutto molto più bello degli anni scorsi!». Felicizia entra davvero in ogni cuore!

Maria Chiara Faggio
ARSENALIVE
Rubrica di NUOVO PROGETTO