Sermig

il 21 giugno all'Arsenale della Terra

Il 21 giugno è il giorno più lungo dell’anno.
Il 21 giugno è il giorno in cui il Sole si alza più in alto di sempre. E’ più lontano da noi.
Ma non per questo meno caldo, anzi. E’ il giorno più caldo, e qui a Torino quel caldo fa anche paura.
Fa paura agli anziani, ai più giovani, e soprattutto a chi non ha un tetto dove ripararsi. Verso di loro, il nostro continuo supporto.

Il nostro 21 giugno all’Arsenale della Terra non è stato né caldo né caloroso, ma non per questo meno pauroso.
La grandine si è riversata sul nostro terreno, spazzando via tutte le piantine, sia quelle appena seminate, sia quelle più mature. Il tubo per l’acqua potabile ha ceduto, compromettendo l’approvvigionamento. La serra è rimasta danneggiata in modo significativo.
Lo scenario al nostro arrivo il giorno dopo era deprimente, ma tutti noi ci siamo guardati, abbiamo ammirato la tragica scena che ci si presentava davanti, e ci siamo tirati su le maniche. Sotto la pioggia.

Perché il 21 giugno è il giorno più lungo dell’anno in tutto l’emisfero, e la grandine non colpisce solo il nostro orto, ma tutti i terreni di quelle persone che non hanno nient’altro. E per quelle persone, la carestia significa non avere il pane per mangiare, significa morte. Per noi, per il Sermig, significa tirarsi su le maniche e tornare a lavorare. Lavorare di più. Lavorare meglio.
Perché più il male è forte, più il nostro impegno sarà grande.
Perché il Sole, dopo l’inverno, torna ad illuminare. E noi vogliamo che il nostro Arsenale della Terra sia sempre più brillante, per poter continuare a sostenere, con il nostro raccolto, il servizio mensa del Sermig, e continuare sempre a dare una mano a chi il Sole non può apprezzarlo perché troppo impegnato a sopravvivere.

Noi siamo un gruppo di volontari, il gruppo dell’Arsenale della Terra.
Da due anni ci impegniamo per far sì che la terra dia i suoi frutti.
Quei frutti, e la verdura, sono consegnati settimanalmente alle cucine del Sermig, a sostegno dell’attività dell’Associazione.
Aspettiamo chiunque voglia dare il suo contributo, ogni sabato pomeriggio, in Strada del Fortino, 8.
A presto!

Il gruppo dell’Arsenale della Terra