Sermig

La Gioia di rispondere Sì


Una famiglia che accoglie

Le nostre Fraternità in ogni parte del mondo
sono aperte all'accoglienza
delle persone in necessità.
Non tutte hanno le stesse priorità,
ma tutte hanno una predilezione
per i bambini,
specialmente quelli che nessuno ama,
quelli che non si vogliono far nascere,
e per i giovani
verso i quali ci pieghiamo
sempre con amore.
Tutte le nostre Fraternità sono disponibili
ad aiutare donne e uomini
che sinceramente vogliano uscire
da qualsiasi situazione di degrado,
purché accettino una famiglia,
un metodo, una severità.
Tutte sono pronte ad accogliere
ogni uomo o donna
che fugga dal proprio Paese
per motivi politici, religiosi o di coscienza.

«Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti? E il re risponderà loro: In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me» (Mt 25,34-40).