Sermig

Progetto "Poliambulatorio Redemptoris Hominis" Georgia

 Da un ospedale al sostegno di tutta la comunità

Paese: Georgia
Partner
: Camilliani della Provincia Piemontese
Località: Tbilisi
Periodo: 2003-2012 e a continuare

Contesto: Nel 1992, acquistata l'indipendenza dall'Unione Sovietica, la Georgia  si è subito scontrata con la dura realtà della sopravvivenza in un mondo rivelatosi improvvisamente "aperto" e competitivo.
Edvard Shevardnadze, già ministro degli esteri dell'Unione Sovietica, e neo Presidente della rinata Repubblica di Georgia, incontrò allora nella capitale Tbilisi i rappresentanti della Caritas italiana e della Santa Sede, presentando ad essi la situazione del Paese e chiedendo un urgente intervento in favore del suo popolo.
Nacque così l'idea della creazione di un complesso socio-sanitario, formato da un Poliambulatorio e da un Ospedale per malati terminali, situato nella periferia della capitale in un quartiere densamente abitato e quasi totalmente sprovvisto di servizi sanitari. Il Poliambulatorio Redemptor Hominis di Tbilisi, voluto dal Vaticano e realizzato dalla Caritas Italiana e da altri Organismi internazionali cattolici, è stato donato all'Ordine Camilliano che gestisce l'Opera con 50 collaboratori sanitari.

 

Finalità: Il poliambulatorio vuole essere non solo un centro sanitario, ma un punto di riferimento e di sviluppo per l’intera comunità. Oltre alla gestione del Centro, i Religiosi Camilliani si impegnano attivamente nella pastorale giovanile e nella promozione vocazionale. Partendo dal centro si cerca poi di arrivare anche ai villaggi più sperduti attraverso un gruppo di medici specialisti che si reca periodicamente nelle case di anziani e malati poveri, spesso abbandonati a se stessi portando cure mediche e aiuti di vario genere.

 

Realizzazioni:
- Il complesso si estende su di un'area di circa 1.000m2 e presta la sua opera, in forma assolutamente gratuita nelle seguenti specialità: Farmacia, Odontostomatologia, Ostetricia e Ginecologia, Ortopedia, Medicina generale, Chirurgia, Urologia, Cardiologia, Pneumologia, Pediatria, Dermatologia, Otorinolaringoiatria, Neurologia, Neuropsichiatria, Oculistica, Ecografia, Endoscopia, Laboratorio di Analisi e Radiologia. L’accesso ai servizi è di circa 300 persone al giorno.

- Oltre alla gestione del Poliambulatorio, i Camilliani di Tbilisi prestano la loro opera nel campo parrocchiale, con la cura pastorale di due poveri villaggi situati in alta montagna (Khisabavra e Vargavi). Questo asilo ospita circa 60 bambini tra i 3 e i 7 anni
- sono cominciate le attività con circa 30 disabili al giorno al centro; è nata così l’esigenza di costruire una sede per il Centro in grado di ospitare 50 persone in day hospital e 18 in modo residenziale.

Il Centro di riabilitazione psicoterapeutica comprenderà: 4 sale per attività riabilitative, una Cappella, una sala da pranzo, cucina, dispensa, ufficio, servizi igienici, 9 camere con due posti letto ognuna.
- Allestimento e mantenimento di una fattoria che consenta di fornire i mezzi alimentari ed economici per la gestione dell’Asilo e del Day Hospital

Valore globale invii materiali e tecnologie: Euro 4.170.900

Beneficiari: l’utenza diretta del centro e gli abitanti dei vilaggi indirettamente beneficiati. I due villaggi montani di Khisabavra e Vargavi.