Sermig

Progetto “Nutripa”

Dove il male ha oltrepassato i limiti, l’amore è andato più lontano

Paese: Rwanda
Partner: Nutripa - Nutritionnel Paola
Località: Butare
Periodo: 1995-2005

Contesto: Il Rwanda ha affrontato per anni l'emergenza alimentare cominciata durante la guerra e i massacri etnici e proseguita col rimpatrio poi di una parte dei rifugiati sfollati nei paesi vicini. Fonti Unicef di fine ’96 parlavano del 41% dei bambini tra 0 e 5 anni in uno stato di malnutrizione cronica; nella prefettura di Butare, in cui il progetto NUTRIPA opera, il 27% dei bambini tra 0 e 5 anni è in uno stato di malnutrizione acuta. Con il passare degli anni la situazione si è stabilizzata, ma sono rimasti evidenti e radicati i problemi da affrontare.

 Finalità: NutriPa nasce nel 1994 come piccolo ospedale per la cura e l’assistenza di bambini in grave stato di denutrizione. Il genocidio nel 1995 lo travolge, ma immediatamente viene ricostruito per la volontà delle due donne che lo hanno fondato e l’aiuto del Sermig. Il suo lavoro sarà molto prezioso nell’emergenza totale del dopo massacro, della carestia e del rientro dai campi profughi. Nel tempo ha maturato tecniche semplici e innovative di intervento nei casi più gravi di malnutrizione e nelle patologie conseguenti, potenziando poi la sua preziosa opera nell’ambito dell’Ospedale Universi­tario di Butare.
Dal 1997 la sua azione si è estesa alla promozione di iniziative preventive di igiene, di miglioramen­to agricolo, di programmazione alimentare nei villaggi della regione, attraverso la formazione e il lavoro di “cooperative di madri”

 

Realizzazioni:
- Sostegno all’attività dell’ospedale
- Sostegno alle attività sul territorio per la prevenzione della denutrizione attraverso la coltivazione e trasformazione di prodotti agricoli, e laboratori artigianali
- Installazione di due mulini diesel per produzione di farina nei villaggi
- Formazione di circa 45 gruppi di 15/20 donne ciascuno che, seguite da un agronomo, si dedicano a progetti agricoli e di produzione cooperativa

 

Erogazioni: Euro 166.170

Valore globale degli invii di materiali: Euro 7.301.785


Beneficiari: L’ospedale, con sessanta letti, ha curato centinaia di bambini in condizioni estreme. Decine di villaggi sono coin¬volti nel lavoro di prevenzione