Sermig

Coraggio!

di Valentina e Renato Bonomo - In questa rubrica abbiamo cercato spesso in luoghi lontani dei piccoli segnali di speranza che si trovano nelle pieghe dei grandi cambiamenti. Ogni tanto però è opportuno spostare l’attenzione verso realtà più vicine per non perderci il buono che accade presso di noi. Siamo in una scuola superiore della provincia di Torino.

Sono giorni intensi di cogestione: le normali attività didattiche vengono sostituite per due giorni da attività e laboratori proposti e gestiti dagli studenti in collaborazione con insegnanti ed esperti esterni. Sono spesso ore caotiche, difficili da gestire. Comunque una buona palestra per rendere gli allievi più attivi e protagonisti del loro percorso scolastico. Tali attività sono rigorosamente rivolte agli allievi della scuola, ma può accadere che qualche ragazzo esterno decida di intrufolarsi. La vigilanza deve essere massima e viene affidata al personale ausiliario. A dare una mano anche i ragazzi e le ragazze rappresentanti in Consiglio di Istituto. Sono infatti loro i protagonisti di questo avvenimento. Nella prima mattina di cogestione i rappresentanti di Istituto girano febbrilmente per tutta la scuola con i loro moduli in mano per verificare presenze e l’attivazione dei laboratori.

Non tutto è perfetto, non tutti hanno voglia di fare, ma ci può stare. Ad un certo punto entrano dei ragazzi esterni che pretendono di stare nella scuola. I primi ad affrontarli sono proprio i rappresentanti che ricordano loro le regole e si oppongono al loro ingresso. Riescono a mandarli via ma ricevono insulti e minacce. È stato profondamente incoraggiante vedere quei ragazzi vivere sul serio il loro ruolo e la responsabilità che ne deriva. Per i ragazzi è tutto sommato facile opporsi agli adulti ma ci vuole molto coraggio ad opporsi ad un coetaneo magari coadiuvato da un piccolo branco. Raccontare questo episodio diventa pertanto doveroso perché possa essere custodito e non perso.

Valentina e Renato Bonomo
I BONOMOS
Rubrica di NUOVO PROGETTO