Sermig

Segni di luce

di Arsenale dell’Incontro - Se guardiamo alle notizie dei mass media, il Natale di quest’anno in Terra Santa sembra segnato dal buio. Eppure, proprio in questo Natale, abbiamo visto tanti segni di luce che vogliono essere più forti di questo buio. Ne condividiamo due.

A dicembre abbiamo lavorato molto con i ragazzi diversamente abili per prepararci ai mercatini di Natale in cui, attraverso i nostri prodotti, portiamo le idee e i sogni dell’Arsenale dell’Incontro. Una delle cose che facciamo è cucinare pizzette e biscotti con un gruppetto di ragazze che, da un paio di anni, sotto lo sguardo attento di una volontaria e delle loro insegnanti, sono coinvolte nel laboratorio di cucina. Siccome la quantità di lavoro di preparazione per questi mercatini era grande, abbiamo chiesto a diverse volontarie e insegnanti di aiutarci e così la cucina si è riempita di tante persone diverse, tutte intente ad aiutare le ragazze che, con il loro entusiasmo, sono state il cuore della cucina. È stato bello, a fine giornata, raccogliere lo stupore di tanti per la bravura delle ragazze e per l’aver toccato con mano come loro siano motore di incontro e di bene per tutti noi.

Qualche giorno dopo c’è stata la festa di Natale della scuola che quest’anno è stata un po’ speciale, infatti abbiamo deciso di prepararla insieme, noi, i volontari, i dipendenti e i ragazzi diversamente abili. Ognuno ha messo qualcosa: le ragazze hanno cucinato, i ragazzi hanno preparato i tavoli e apparecchiato, tanti dipendenti e volontari ci hanno portato cibo, dolci, bevande e noi ci siamo preoccupati di far venire Babbo Natale! Così, grazie al contributo di tutti, abbiamo festeggiato in famiglia e abbiamo ringraziato perché, con semplicità, il Natale è stato occasione di festa per tutti, nonostante le nostre diversità.

Sono questi i semplici segni che ci fanno dire che anche quest’anno l’Amore e la Pace rinascono in questa Terra Santa, più forti di tutto.

Arsenale dell’Incontro
SHUKRAN
Rubrica di NUOVO PROGETTO