Sermig

Abbiamo un sogno

a cura della redazione - Dalla premessa di Ernesto Olivero. Non abbiamo mai sentito questa storia come nostra proprietà, l’abbiamo sempre vissuta come dono di Dio e proprietà degli altri, di quelli che avevano bisogno di tutto, degli ultimi, dei piccoli che ci hanno chiesto aiuto. Sono loro che ci hanno portato dove la storia ci aspettava. Li chiamiamo appuntamenti con Dio. E noi, comunità di “piccoli” che vogliono restare “piccoli”, ci siamo lasciati prendere, mangiare. Abbiamo dato e dato, ricevendo una gioia non di questa terra.

 Fare memoria di una “storia sacra”.

Ogni storia ha dei protagonisti. La storia che raccontiamo in questo libro ne ha molti, potremmo dire un intero “popolo”. Ma uno è il protagonista principale, senza il quale nulla sarebbe di ciò che è: lo Spirito Santo, grazie al quale giorno dopo giorno la mano di Dio ha scritto per noi righe d’amore.

Questo libro, dunque, non è un’autocelebrazione, ma la condivisione di uno stupore, un fare memoria di una storia che noi consideriamo “sacra” perché nasce dall’opera dello Spirito. Una storia dentro la quale cerchiamo di vivere con tutto il rispetto che merita.

 

IL LIBRO
Rubrica di NUOVO PROGETTO